Conferenze delle Corti costituzionali europee


Nota storica  

La Conferenza delle Corti costituzionali europee nasce nel 1970 per una iniziativa comune dei Presidenti delle Corti costituzionali di Austria, Germania ed Italia (Antoniolli, Benda, Branca).

L'intesa tra i presidenti stabiliva che a rotazione ogni due anni si sarebbe svolta nelle città indicate dallo Stato della Corte organizzatrice una conferenza che avesse per tema uno o più argomenti di comune interesse.

In previsione dell'avvio di questa iniziativa anche la Corte costituzionale della Repubblica Socialista federativa di Yugoslavia aderì al progetto ponendo, inoltre, la sua candidatura per lo svolgimento della prima conferenza.

Nella riunione che si tenne  in Yugoslavia, le quattro corti fondatrici stabilirono che la "Conferenza delle Corti costituzionali europee" sarebbe stata preceduta da una pre-conferenza nel paese organizzatore, nel corso della quale si dovevano definire: uno o più argomenti di comune interesse prescelti per i lavori, l'elenco delle istituzioni da invitare,  la pianificazione degli interventi dei relatori, i dettagli della organizzazione logistica. Inoltre si stabiliva la ripartizione tra le quattro corti dei costi relativi alle traduzioni delle relazioni nazionali e delle traduzioni simultanee effettuate durante i lavori della conferenza.

Ogni paese, infatti, avrebbe presentato una relazione nazionale sull'argomento indicato in pre-conferenza e sarebbe stato designato dal presidente della Corte organizzatrice un giudice costituzionale quale redattore della relazione generale nella quale venivano a confluire gli elementi essenziali delle relazioni nazionali.

La prima Conferenza ebbe luogo a Dubrovnik nell'ottobre del 1972.

A partire dalla Conferenza svoltasi a Vienna nel 1978, che concludeva gli incontri promossi dalle quattro Corti fondatrici, fu stabilito di ampliare il numero di membri a pieno titolo. Si dava così ad altre Corti la possibilità di partecipare alla conferenza in maniera più attiva e a parità di diritti con le corti fondatrici. La Corte di nuova ammissione avrebbe inoltre provveduto ad organizzare la conferenza nel proprio paese.
Così avvenne nel 1981 quando il Tribunale federale della Confederazione svizzera organizzò a Losanna la "V Conferenza delle Corti costituzionali europee".

A partire dalla V Conferenza la cadenza degli incontri divenne triennale.
Con la stessa procedura, successivamente, vennero ammessi prima il Tribunale Costituzionale spagnolo, che nel 1984 organizzò la VI Conferenza a Madrid, e poi il Tribunale costituzionale del Portogallo, che diede vita a Lisbona alla VII Conferenza nel 1987.

Con la Conferenza di Lisbona si stabilì la possibilità di ammettere più di una Corte tra quelle che richiedevano di far parte a pieno titolo della conferenza e pertanto, come risulta dal comunicato finale dei lavori, venne decisa l'ammissione come nuovi membri a pieno titolo della Corte costituzionale della Turchia, che avrebbe provveduto ad organizzare la VIII Conferenza, che si svolse ad Ankara nel 1990 e del Consiglio costituzionale della Repubblica francese, che ebbe il compito di organizzare la IX Conferenza a Parigi nel 1993.

Le lingue ufficiali della Conferenza all'avvio dei lavori nei primi anni '70 erano l'italiano, il serbo-croato, il tedesco. Gli interventi delle corti invitate potevano essere svolti in inglese e in francese. Successivamente venne aggiunto lo spagnolo.
Con la Conferenza di Parigi, a seguito della dissoluzione che era in corso della Repubblica socialista della Yugoslavia, venne esclusa la lingua serbo-croata.
Nella successiva pre-conferenza svoltasi a Budapest, preliminare della X Conferenza del 1996 venne proposta la riduzione delle lingue ufficiali di lavoro al francese, inglese e tedesco.

Infine nell' XI Conferenza, svoltasi a Varsavia nel 1999, il Circolo dei Presidenti, che, assunse formalmente questa denominazione, sostituendo il tradizionale "Incontro dei Presidenti e dei Segretari generali delle Corti costituzionali a pieno titolo" (che si teneva il giorno precedente l'inizio dei lavori), stabilì che le lingue ufficiali dei lavori sarebbero state il francese, l'inglese, il tedesco e il russo, con la versione francese che prevaleva in caso di dubbio. I rapporti nazionali dei partecipanti dovevano essere redatti nella lingua nazionale e nella lingua inglese o francese. Il rapporto generale, infine, doveva essere redatto nella lingua del paese organizzatore della Conferenza e nelle lingue inglese e francese. Nel corso della stessa riunione venne approvato dal "Circolo dei Presidenti",  lo "Statuto della Conferenza delle Corti costituzionali europee".

(a cura di Maurizio Nevola)



XVII Congresso della Conferenza delle Corti costituzionali europee

(Batumi, 29 giugno - 1 luglio 2017)


"Il ruolo delle Corti costituzionali nel confermare ed applicare i principi costituzionali"
Questionario rivolto alle Corti partecipanti - a cura di Maria Fierro e Riccardo Nevola
 

 




XVI^ Conferenza delle Corti costituzionali europee

(Vienna, 12-13 maggio 2014)


"La cooperazione tra le Corti costituzionali in Europa. Situazione attuale e prospettive"

Delegazione italiana composta da:

 Presidente della Corte
Prof. Gaetano Silvestri
 Giudice:
Prof. Sabino Cassese
 Giudice:
Prof. Marta Cartabia
 
 
 
 Segr. Gen. Carlo Visconti
 
 Capo Uff.Cer.le Maria Antonietta Biasella

Nota informativa
Considerazioni introduttive alla III sessione del XVI Congresso delle Corti costituzionali europee - Prof. Gaetano Silvestri
Constitutional Courts between Constitutional Law and European Law - Prof. Marta Cartabia
Relazione Presidente Gaetano Silvestri


Relazione Giudice Marta Cartabia

 

 



XV^ Conferenza delle Corti costituzionali europee

(Bucarest, 23-25 maggio 2011)


"La giustizia costituzionale:funzioni e rapporti con le altre pubbliche autorità"
 

Delegazione italiana composta da:

 Presidente f.f. della Corte
Prof. Paolo Maddalena
 Giudice:
Avv. Alfonso Quaranta
 
 
 
 Segr. Gen. Giuseppe Troccoli
 
 Capo Uff.Cer.le Maria Antonietta Biasella
Relazione italiana


XIV^ Conferenza

(Vilnius, 2 -5 giugno 2008)


"L'omissione legislativa nella giurisprudenza costituzionale"
 

Delegazione italiana composta da:

 Presidente della Corte
Franco Bile
 Giudici:
Francesco Amirante
 
Ugo De Siervo
 
Gaetano Silvestri 
 
 
 
 Segr. Gen. Giuseppe Troccoli
 
 Capo Uff.Cer.le Maria Antonietta Biasella
Relazione italiana


XIII^ Conferenza

(Cipro, 15-20 maggio 2005)

"I criteri di limitazione dei diritti umani nella pratica della giustizia costituzionale"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte 
Piero Alberto Capotosti 
Vice Presidenti:
Fernanda Contri
 
Guido Neppi Modona
Giudici:
Annibale Marini  
 
Franco Bile  
 
 
 
Segr. Gen. Pierfelice Pratis
 
Capo Uff.Cer.le Maria Antonietta Biasella
Relazione italiana

 


 


XII^ Conferenza

(Bruxelles, 13-17 maggio 2002)

"Le relazioni tra le Corti costituzionali e le altre giurisdizioni nazionali,
ivi comprese le interferenze in questa materia dell'azione delle giurisdizioni europee"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte 
Cesare Ruperto 
Giudici: 
Gustavo Zagrebelsky 
 
Valerio Onida
 
 
 
Segr. Gen. Pasquale Ciccolo 
 
Capo Ufficio stampa Giovanni Cattarino 
Relazione italiana


XI^ Conferenza

(Varsavia, 17 - 21 maggio 1999)


"La definizione costituzionale delle libertà confessionali e libertà religiose"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte 
Renato Granata 
Giudici: 
Cesare Mirabelli 
 
Massimo Vari 
 
Cesare Ruperto 
 
Valerio Onida 
 
Carlo Mezzanotte 
 
 
 
Segr. Gen. Cons. Pasquale Ciccolo
 
Capo Uff.Cer.le Maurizio Nevola 
Relazione italiana
Statuto della Conferenza delle Corti Costituzionali Europee approvato nel corso delle riunioni del "Circolo dei Presidenti delle Corti"  


X^ Conferenza

(Budapest, 6-10 maggio 1996)

"Libertà di espressione con speciale riguardo alla normativa che disciplina i mass-media nella giurisprudenza delle Corti costituzionali"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte  
Mauro Ferri 
Giudici:
Luigi Mengoni 
 
Enzo Cheli
 
Presidente emerito
Antonio Baldassarre
 
Segr. Gen. Cons. Cesare Bronzini
 
Capo Uff.Cer.le Maurizio Nevola
Relazione italiana


IX^ Conferenza

(Parigi, 10-13 maggio 1993)

"Protezione costituzionale e protezione internazionale dei diritti dell'uomo"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte  
Francesco Paolo Casavola 
Giudici:
Ugo Spagnoli 
 
Antonio Baldassarre
 
Renato Granata 
 
 
 
Segr. Gen. Cesare Bronzini 
 
Capo Uff.Cer.le  Maurizio Nevola 
Relazione italiana


VIII^ Conferenza

(Ankara 7-10 maggio 1990)

"Gerarchia tra norme costituzionali e protezione dei diritti fondamentali"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte  
Francesco Saja
Giudici:
Giovanni Conso 
 
 
 
Segr. Gen. Cesare Bronzini 
 
Capo Uff.Cer.le  Maurizio Nevola
Relazione nazionale del Presidente Saja
Relazione italiana


VII^ Conferenza:

(Lisbona 26-30 aprile 1987)

"La giustizia costituzionale nel quadro delle funzioni dello Stato,
con particolare riguardo alle specie, ai contenuti ed agli effetti delle decisioni sulla costituzionalità delle norme giuridiche"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte  
Antonio La Pergola
Giudici:
Francesco Saja
 
Giovanni Conso 
 
Ettore Gallo 
 
Aldo Corasaniti 
 
Francesco Greco 
 
Gabriele Pescatore 
 
Ugo Spagnoli
 
Francesco Paolo Casavola
 
Antonio Baldassarre
 
Vincenzo Caianiello
 
 
 
Segr. Gen. Cesare Bronzini 
 
Capo Uff.Cer.le Dr. Maurizio Nevola 
Relazione italiana


VI^ Conferenza

(Madrid, 22-27 ottobre 1984)

"Le relazioni tra il potere centrale e i poteri territoriali
nella giurisprudenza costituzionale"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte  
Leopoldo Elia
Giudici:
Guglielmo Roehrssen
 
Livio Paladin
 
Antonio La Pergola
 
Francesco Saja 
 
Giovanni Conso 
 
Ettore Gallo 
 
Aldo Corasaniti 
 
 
 
Segr. Gen. Cesare Bronzini 
 
Capo Uff.Cer.le Dr. Maurizio Nevola
Intervento del Presidente Leopoldo Elia


V^ Conferenza

(Losanna, 25-30 ottobre 1981)

"Stato e significato dei diritti fondamentali in materia di istruzione"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte  
Leopoldo Elia
Relazione generale
Relazione nazionale

IV^ Conferenza

(Vienna, 16-18 ottobre 1978)

 "I diritti fondamentali garantiti costituzionalmente e la loro importanza negli ordinamenti giuridici
dei diversi paesi europei"

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte  
Paolo Rossi


III^ Conferenza

(Roma 20-22 ottobre 1976)

"Giustizia costituzionale e potere legislativo"

Delegazione italiana composta da:

 Presidente:
 Paolo Rossi
 Giudici:
 Vezio Crisafulli
 
 Antonino De Stefano
 
 Leopoldo Elia
 
 Guido Astuti
Giustizia costituzionale e potere legislativo - Relazione generale (V. Crisafulli)
Giustizia costituzionale e potere legislativo - Relazione italiana (A. De Stefano)
Giustizia costituzionale e poteri legislativi decentrati - Relazione generale (L. Elia)
Giustizia costituzionale e poteri legislativo regionali - Relazione italiana (G. Astuti)


II^Conferenza

(Baden-Baden, 14-16 ottobre1974)

"La conformità costituzionale alla interpretazione della legge."
"Iniziativa per la verifica costituzionale delle norme di diritto."
"La verifica degli accordi internazionali attraverso il diritto costituzionale."

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte  
Francesco P. Bonifacio


I^Conferenza

(Dubrovnik, 17-20 ottobre 1972)

"Competenza delle Corti costituzionali"

"Efficacia delle decisioni."

Delegazione italiana composta da:

Presidente della Corte  
Giuseppe Chiarelli
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Scorrendo questa pagina, selezionando il link Accetto o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.   Accetto