In Italia e all'estero, per coinvolgere la cittadinanza.

di Donatella Stasio - Responsabile della comunicazione della Corte costituzionale

Dopo l'anteprima del 5 giugno 2019 all'Auditorium Parco della musica di Roma, alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella, seguita, il 9 giugno, dalla messa in onda su Rai1, il docufilm Viaggio in Italia, la Corte costituzionale nelle carceri ha cominciato a... "viaggiare" per l'Italia e all'estero, forte della narrazione di un fatto assolutamente inedito nella storia del nostro Paese, e del mondo, nonché di contenuti e spunti di riflessione di alto valore culturale e sociale. Il film si ispira all'omonima iniziativa decisa dalla Corte costituzionale a maggio del 2018, che va oltre le 7 tappe al centro della pellicola girata dal regista Fabio Cavalli e prodotta da Clipper Media con Rai Cinema. Il racconto di quest'incontro tra due umanità apparentemente agli antipodi e le immagini dello scambio di esperienze, conoscenze, emozioni tra due mondi diversamente "chiusi" hanno toccato le coscienze e le intelligenze di tanti spettatori, molti dei quali hanno deciso di promuovere il film in sedi istituzionali o in eventi culturali per coinvolgere la cittadinanza in questo "viaggio" volto ricostruire e consolidare "le mura costituzionali" della comunità in cui viviamo. Così come abbiamo fatto finora per i Viaggi in Italia della Corte costituzionale, nelle scuole e nelle carceri, cercheremo di documentare online anche questa sorta di viaggio del Viaggio.

Vuoi continuare il Viaggio?
Torna alla home page del Viaggio nelle carceri. Il viaggio del "Viaggio"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Scorrendo questa pagina, selezionando il link Accetto o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.   Accetto