Indice annuale delle pronunce

Anno:  Mese:     


Deposito del 01/07/2016

S. 156/2016 del 31/05/2016 depositata il 01/07/2016
Udienza Pubblica del 31/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Energia - Norme della Regione Toscana in materia di geotermia - Disposizioni urgenti finalizzate ad assicurare l'installazione di 150 MW di potenza geotermoelettrica aggiuntiva, garantendo la sostenibilità ambientale e socio-economica dei territori interessati dai permessi di ricerca relativi alle risorse geotermiche - Previsione che i procedimenti per il rilascio dei permessi di ricerca e delle relative proroghe, degli atti di assenso per la realizzazione di pozzi esplorativi, nonché degli atti ad essi preordinati relativi all'alta ed alla media entalpia, restano sospesi fino alla determinazione da parte della Giunta regionale del numero massimo dei pozzi esplorativi da assentire e dei criteri e parametri per la loro corretta distribuzione sul territorio, e comunque per non oltre sei mesi dall'entrata in vigore della legge regionale.
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

S. 157/2016 del 01/06/2016 depositata il 01/07/2016
Camera di Consiglio del 01/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Bilancio e contabilità - Norme della Regione Calabria - Collegio dei revisori contabili - Prevista decadenza dei componenti alla data di entrata in vigore della legge censurata.
Dispositivo: non fondatezza

Deposito del 07/07/2016

S. 158/2016 del 03/05/2016 depositata il 07/07/2016
Udienza Pubblica del 03/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MODUGNO


Oggetto: Energia - Norme della Regione Piemonte - Misura del canone per l'uso energetico e di riqualificazione dell'energia - Determinazione.
Dispositivo: non fondatezza

S. 159/2016 del 04/05/2016 depositata il 07/07/2016
Udienza Pubblica del 04/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Comuni, Province e Città metropolitane - Legge di stabilità 2015 - Norme riguardanti la dotazione organica delle Città metropolitane e delle Province nelle Regioni a statuto ordinario - Riduzione, dal 1° gennaio 2015, della consistenza finanziaria delle dotazioni organiche dei predetti enti, rispettivamente del 30 e del 50 per cento - Individuazione, entro 90 giorni, del personale che rimane assegnato alle Province e alle Città metropolitane e di quello da destinare alle procedure di mobilità - Disciplina della permanenza in servizio, dell'avvalimento (da parte di Regioni ed enti locali) e della ricollocazione del personale in soprannumero; Previsione della possibilità per i Comuni di "delegare" o "affidare" funzioni amministrative alle Città metropolitane e alle Province nonché della possibilità per le Regioni di "delegare" funzioni amministrative ai medesimi enti senza trasferirne la titolarità e assegnando il relativo personale a titolo di mero "avvalimento" Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2015 - Riduzione della dotazione organica delle Città metropolitane e delle Province, a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di stabilità 2015, in misura pari alla spesa del personale di ruolo alla data di entrata in vigore della legge 7 aprile 2014, n. 56, ridotta del 30% per le Città metropolitane, del 50% per le Province, del 30% per le Province con territorio interamente montano e confinanti con Paesi stranieri di cui all'art. 1, comma 3, secondo periodo, della legge n. 56 del 2014; Riduzione della dotazione organica delle Città metropolitane e delle Province, in misura pari, rispettivamente, al 30 e al 50 per cento rispetto all'ammontare della spesa per il personale di ruolo alla data di entrata in vigore della legge 07/04/2014 n. 56 nonché in misura del 30 per cento per le Province con territorio interamente montano e confinanti con Paesi stranieri; Individuazione del personale che rimane assegnato alle Province e alle Città metropolitane e di quello destinato alle procedure di mobilità, da effettuarsi entro novanta giorni secondo modalità e criteri definiti nell'ambito delle procedure e degli osservatori di cui all'accordo previsto dall'art. 1, comma 91, della legge n. 56 del 2014; Determinazione, con il supporto delle società in house delle amministrazioni centrali competenti, di piani di riassetto organizzativo, economico, finanziario e patrimoniale delle Città metropolitane e delle Province delle Regioni a statuto ordinario, nel contesto delle procedure e degli osservatori di cui all'accordo in sede di Conferenza unificata previsto dall'art. 1, comma 91, della legge n. 56 del 2014 - Definizione, in tale contesto, delle procedure di mobilità del personale interessato e fissazione dei relativi criteri mediante il decreto ministeriale di cui all'art. 30, comma 2, del d.lgs. 30/03/2001 n. 165, da adottare entro sessanta giorni.
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

S. 160/2016 del 17/05/2016 depositata il 07/07/2016
Udienza Pubblica del 17/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CARTABIA


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2015 - Disposizioni in materia di servizi pubblici locali - Previsione che gli enti locali partecipano obbligatoriamente agli enti di governo degli ambiti o bacini territoriali ottimali e omogenei di cui all'art. 3-bis del decreto-legge 13/08/2011 n. 138 - Previsione che qualora gli enti locali non aderiscano ai predetti enti di governo, il Presidente della Regione esercita, previa diffida all'ente locale ad adempiere, i poteri sostitutivi.
Dispositivo: non fondatezza

S. 161/2016 del 14/06/2016 depositata il 07/07/2016
Udienza Pubblica del 14/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CARTABIA


Oggetto: Sanità pubblica - Norme della Regione Abruzzo - Disciplina della fase transitoria dell'accreditamento delle strutture socio sanitarie - Previsione che le strutture di cui all'art. 35 della legge regionale 30 aprile 2009, n. 6, come modificata dalla legge regionale 12 gennaio 2012, n. 3, nonché quelle che fino all'anno 2014 hanno erogato prestazioni socio sanitarie in esecuzione di "Progetti Obiettivo" approvati ai sensi dell'art. 1, commi 34 e 34-bis, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, possono continuare ad erogare le stesse prestazioni fino al 31 dicembre 2015, in attesa della puntuale ridefinizione della normativa regionale di conclusione della fase di accreditamento delle medesime, fermo restando l'obbligo del possesso dei requisiti strutturali ed organizzativi.
Dispositivo: non fondatezza

S. 162/2016 del 22/06/2016 depositata il 07/07/2016
Camera di Consiglio del 22/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MORELLI


Oggetto: Procedimento civile - Controversie in materia di risarcimento del danno da circolazione di veicoli e natanti - Obbligo di esperire la procedura di negoziazione assistita, a pena di improcedibilità della domanda giudiziale.
Dispositivo: non fondatezza

O. 163/2016 del 01/06/2016 depositata il 07/07/2016
Camera di Consiglio del 01/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: ZANON


Oggetto: Reati e pene - Successioni di leggi penali - Disciplina nei casi di mancata conversione di un decreto-legge o di conversione con emendamenti - Applicabilità anche nell'ipotesi di una legge delega in materia penale [nella specie: legge 28 aprile 2014, n. 67], ove questa preveda la depenalizzazione e l'abrogazione di talune fattispecie di reato, indipendentemente dall'emanazione del relativo decreto legislativo di attuazione. Delega al Governo per la riforma della disciplina sanzionatoria (legge 28 aprile 2014, n. 67) - Applicabilità di una sanzione amministrativa o civile per i fatti commessi anteriormente alla promulgazione della legge delega.
Dispositivo: restituzione atti - jus superveniens

O. 164/2016 del 14/06/2016 depositata il 07/07/2016
Udienza Pubblica del 14/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MORELLI


Oggetto: Comuni, province e città metropolitane - Norme della Regione Sardegna - Commissariamento delle province storiche di Cagliari, Nuoro e Sassari, oggetto di cessazione anticipata dei loro organi elettivi.
Dispositivo: restituzione atti - jus superveniens

O. 165/2016 del 14/06/2016 depositata il 07/07/2016
Udienza Pubblica del 14/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: ZANON


Oggetto: Elezioni - Elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all'Italia - Sistema elettorale - Liste di candidati eventualmente presentate da partiti o gruppi politici espressi dalla minoranza di lingua francese della Valle d'Aosta, di lingua tedesca della Provincia di Bolzano e di lingua slovena del Friuli-Venezia Giulia - Prevista possibilità di partecipare alle elezioni in coalizione con altre liste, con l'unico limite che si tratti di una lista presente in tutte le circoscrizioni - Conseguente possibilità soltanto a queste liste di sottrarsi alla soglia di sbarramento del 4 per cento su scala nazionale. Norme speciali di deroga rispetto alla soglia di sbarramento - Limitazione alle sole minoranze linguistiche aventi uno Stato di riferimento [francese della Valle d'Aosta, tedesca della Provincia di Bolzano e slava del Friuli-Venezia Giulia] - Conseguente esclusione della minoranza friulianofona
Dispositivo: manifesta inammissibilità

O. 166/2016 del 15/06/2016 depositata il 07/07/2016
Camera di Consiglio del 15/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: de PRETIS


Oggetto: Consiglio superiore della magistratura [C.S.M.] - Nota dell'11 giugno 2015 del Presidente della Corte dei conti - Sezione giurisdizionale per la Regione Lazio, con la quale il C.S.M. viene invitato formalmente a comunicare i nominativi degli agenti contabili operanti nel proprio ambito e a presentare i conti giudiziali a partire dall'anno 2010 - Nota di risposta del 31 luglio 2015 del Segretario generale del C.S.M., con la quale viene comunicato che il Comitato di presidenza aveva deliberato di rispondere che il C.S.M. non rientra nel novero degli enti sottoposti ai doveri di rendicontazione periodica alla Corte dei conti - Sentenza n. 70 del 17 febbraio 2016 della Corte dei conti - Sezione giurisdizionale per la Regione Lazio, che dichiara che gli agenti contabili operanti nell'ambito del C.S.M., come individuati nel Regolamento di amministrazione e contabilità [ovvero, l'istituto cassiere, l'economo e il consegnatario dei beni] sono soggetti al giudizio di conto di competenza della Corte dei conti e che, per l'effetto, ordina al Consiglio superiore della magistratura di depositare i conti degli agenti contabili relativi all'anno 2014 entro 120 giorni dalla notifica della stessa sentenza.
Dispositivo: ammissibile

O. 167/2016 del 22/06/2016 depositata il 07/07/2016
Camera di Consiglio del 22/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: FRIGO


Oggetto: Parlamento - Immunità parlamentari - Procedimento civile per il risarcimento del danno per il reato di diffamazione a mezzo stampa a carico del deputato Lucio Barani per le opinioni espresse nei confronti del Sistema Integrato Ospedali Regionali (S.I.O.R.), dell'Azienda USL n. 1 di Massa e Carrara, dell'Azienda USL n. 2 di Lucca, dell'Azienda USL n. 3 di Pistoia e dell'Azienda USL n. 4 di Prato - Deliberazione di insindacabilità della Camera dei deputati in data 28 novembre 2012.
Dispositivo: estinzione del processo

Deposito del 13/07/2016

O. 168/2016 del 03/05/2016 depositata il 13/07/2016
Udienza Pubblica del 03/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MORELLI


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2015 - Impiego pubblico - Previsione che la Presidenza del Consiglio - Dipartimento della funzione pubblica avvia presso le Amministrazioni dello Stato, le Agenzie, le Università, gli enti pubblici non economici, ivi compresi quelli di cui all'art. 70, comma 4, del d.lgs. 30/03/2001 n. 165, con esclusione del personale amministrativo dei comparti sicurezza, difesa e corpo nazionale dei VV. FF., del comparto scuola, AFAM ed enti di ricerca, una ricognizione dei posti da destinarsi alla ricollocazione del personale di cui al comma 422 del presente articolo, interessato ai processi di mobilità - Previsione che le amministrazioni sopra menzionate comunicano un numero di posti, corrispondente, sul piano finanziario, alla disponibilità delle risorse destinate, per gli anni 2015 e 2016, alle assunzioni di personale a tempo indeterminato, al netto di quelle finalizzate all'assunzione dei vincitori di concorsi pubblici collocati nelle graduatorie vigenti o approvate alla data di entrata in vigore della legge censurata - Previsione che il Dipartimento della funzione pubblica rende noto l'elenco dei posti comunicati nel proprio sito istituzionale - Previsione che le procedure di mobilità predette si svolgono secondo le modalità e le priorità di cui al comma 423, procedendo in via prioritaria alla ricollocazione presso gli uffici giudiziari e facendo in tal caso ricorso al fondo di cui all'art. 30, comma 2.3, del decreto legislativo 30/03/2001 n. 165, prescindendo dall'acquisizione al medesimo fondo del 50 per cento del trattamento economico spettante al personale trasferito facente capo all'amministrazione cedente - Previsione che, nelle more del completamento del procedimento stesso, è fatto divieto alle Amministrazioni di effettuare assunzioni a tempo indeterminato e che le assunzioni effettuate in violazione a quanto disposto dalla norma censurata sono nulle; Previsione che il termine del 31 dicembre 2016, per le finalità volte al superamento del precariato, è prorogato al 31 dicembre 2018, con possibilità di utilizzo delle risorse per le assunzioni e delle graduatorie che derivano dalle procedure speciali - Previsione, fino alla conclusione delle procedure di stabilizzazione, ai sensi dell'art. 1, comma 529, della legge 27/12/2013 n. 147, che le Regioni possono procedere alla proroga dei contratti a tempo determinato interessati alle procedure di cui al presente periodo, fermo restando il rispetto dei vincoli previsti dall'art. 1, comma 557, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e successive modificazioni, in ogni caso nel rispetto degli obiettivi di finanza pubblica.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

O. 169/2016 del 01/06/2016 depositata il 13/07/2016
Camera di Consiglio del 01/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CAROSI


Oggetto: Imposte e tasse - Imposta municipale propria [IMU] - Istituzione e disciplina - Applicazione indipendente dalla percezione di un reddito e dalla capacità del bene di produrlo; Istituzione, anticipazione sperimentale dal 2012, disciplina della base imponibile e dell'aliquota.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

O. 170/2016 del 14/06/2016 depositata il 13/07/2016
Udienza Pubblica del 14/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2014 - Commissariamento delle amministrazioni provinciali - Previsione di commissariamenti nei casi di scadenza naturale del mandato nonché di cessazione anticipata degli organi provinciali che intervengono in una data compresa tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2014 - Previsione che i commissariamenti già avviati e quelli di nuova attivazione cessano al 30 giugno 2014; Commissariamento delle Province - Commissariamento "straordinario" delle amministrazioni provinciali, di cui all'art. 1, comma 115, della legge 24/12/2012 n. 228, nei casi di scadenza naturale del mandato nonché di cessazione anticipata degli organi provinciali che intervengono tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2014 - Cessazione al 30 giugno 2014 dei commissariamenti già avviati e di quelli di nuova attivazione.
Dispositivo: estinzione del processo

O. 171/2016 del 15/06/2016 depositata il 13/07/2016
Camera di Consiglio del 15/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2014 - Commissariamento delle amministrazioni provinciali - Previsione di commissariamenti nei casi di scadenza naturale del mandato, nonché di cessazione anticipata degli organi provinciali che intervengano in una data compresa tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2014 - Previsione che i commissariamenti già avviati e quelli di nuova attivazione cessano al 30 giugno 2014.
Dispositivo: estinzione del processo

O. 172/2016 del 06/07/2016 depositata il 13/07/2016
Udienza Pubblica del 05/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: AMATO


Oggetto: Impiego pubblico - Norme della Regione Marche -Uffici stampa, documentazione e pubbliche relazioni del Consiglio e della giunta regionale - Previsione che il personale regionale di ruolo iscritto all'ordine dei giornalisti negli uffici stampa della Regione può optare per il trattamento economico previsto dal contratto collettivo di lavoro giornalistico e che, in tal caso, il rapporto di lavoro è trasformato in rapporto a tempo indeterminato non di ruolo.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

S. 173/2016 del 05/07/2016 depositata il 13/07/2016
Udienza Pubblica del 05/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MORELLI


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato [legge di stabilità 2014] - Interventi in materia previdenziale - Trattamenti corrisposti da enti gestori di forme di previdenza obbligatoria complessivamente superiore a quattordici volte il trattamento minimo INPS - Assoggettamento ad un contributo di solidarietà a decorrere dal 1° gennaio 2014 e per un periodo di tre anni. Interventi in materia previdenziale - Risparmi derivanti dalle misure di contenimento della spesa adottate, sulla base dei principi di cui al comma 486, dagli organi costituzionali, dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e di Bolzano, anche in riferimento ai vitalizi previsti per coloro che hanno ricoperto funzioni pubbliche elettive - Previsto obbligo di versamento dei risparmi stessi all'entrata del bilancio dello Stato per essere destinati al Fondo di cui al comma 48. Interventi in materia previdenziale - Previsione che, per il triennio 2014-2016, la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici, secondo il meccanismo stabilito dall'art. 34, comma 1, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, è riconosciuta nella misura rispettivamente del 100%, del 75%, del 50% e del 40% per i trattamenti pensionistici, a seconda del rapporto proporzionale degli stessi con il trattamento minimo INPS stabilito dalla legge. Interventi in materia previdenziale - Previsione che, ai fini del raggiungimento del limite di 300.000 euro [oltre il quale il contributo di solidarietà è pari al 3%, secondo quanto previsto dall'art. 2, comma 2, del D.L. n. 138/2011, prorogato all'intero triennio 2014-2016 dal richiamato comma 590], si debba tenere conto anche dei trattamenti pensionistici percepiti, sui quali non si applica il contributo nella misura del 3%, ma quello del 18% stabilito dal precedente comma 486 della medesima disposizione.
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

Deposito del 14/07/2016

S. 174/2016 del 15/06/2016 depositata il 14/07/2016
Udienza Pubblica del 31/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: SCIARRA


Oggetto: Previdenza - Pensione di reversibilità - Previsione, con effetto sulle pensioni decorrenti dal 1° gennaio 2012, che l'aliquota percentuale della pensione a favore di assicurato e pensionato nell'ambito del regime dell'assicurazione generale obbligatoria e delle forme esclusive o sostitutive di detto regime è ridotta, nei casi in cui il matrimonio con il dante causa sia stato contratto ad età del medesimo superiore a settanta anni e la differenza di età tra i coniugi sia superiore a venti anni, del 10 per cento in ragione di ogni anno di matrimonio con il dante causa mancante rispetto al numero di 10 - Previsione che nei casi di frazione di anno la predetta percentuale è proporzionalmente rideterminata - Previsione, altresì, che le disposizioni stesse non si applicano nel caso di presenza di figli di minore età, studenti, ovvero inabili.
Dispositivo: illegittimità costituzionale

S. 175/2016 del 21/06/2016 depositata il 14/07/2016
Udienza Pubblica del 21/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: SCIARRA


Oggetto: Mafia e criminalità organizzata - Norme della Regione Puglia - Previsione che la Regione assume le vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, in attuazione della legge 23/11/1998 n. 407, nei propri ruoli per chiamata diretta e personale e con livello contrattuale e qualifica corrispondenti al titolo di studio posseduto; Previsione che il diritto al collocamento di cui al comma 1 viene attuato su apposita domanda dei soggetti aventi le qualità e le condizioni sulla base del seguente ordine: a) vittima sopravvissuta; b) coniuge superstite; c) convivente more uxorio; d) figli della vittima; e) genitori della vittima; f) germani della vittima. Previsione che il diritto al collocamento obbligatorio di cui al presente articolo viene altresì attuato dagli enti e agenzie istituiti o comunque dipendenti o controllati dalla Regione Puglia, dalle società di capitale dalla stessa interamente partecipate nonché dalle aziende ed unità sanitarie locali; Previsione che ai lavoratori subordinati assunti in base all'art. 7 della legge censurata è riconosciuto il diritto ad assentarsi dal posto di lavoro per un numero massimo di cento ore annue al fine di partecipare a iniziative pubbliche, anche presso scuole ed istituzioni, finalizzate alla diffusione della cultura della legalità e della memoria delle vittime della mafia, della criminalità organizzata, del terrorismo e del dovere - Previsione, altresì, che le ore di assenza per la partecipazione alle iniziative pubbliche sono retribuite quali normali ore di lavoro, anche ai fini previdenziali.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale - non fondatezza

S. 176/2016 del 04/05/2016 depositata il 14/07/2016
Udienza Pubblica del 04/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: SCIARRA


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2015 - Impiego pubblico - Previsione che al 31 dicembre 2016, nel caso in cui il personale interessato ai processi di mobilità di cui ai commi da 421 a 425 non sia completamente ricollocato, presso ogni ente di area vasta, ivi comprese le Città metropolitane, si procede, previo esame congiunto con le organizzazioni sindacali, che deve concludersi entro trenta giorni dalla relativa comunicazione, a definire criteri e tempi di utilizzo di forme contrattuali a tempo parziale del personale non dirigenziale con maggiore anzianità contributiva - Previsione che, esclusivamente in caso di mancato completo assorbimento del personale in soprannumero e a conclusione del processo di mobilità tra gli enti di cui ai commi da 421 a 425, si applicano le disposizioni di cui all'art. 33, commi 7 e 8, del d.lgs. 30/03/2001, n. 165.
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

O. 177/2016 del 01/06/2016 depositata il 14/07/2016
Camera di Consiglio del 01/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MODUGNO


Oggetto: Reati e pene - Abuso d'ufficio - Inclusione dei principi di buon andamento e imparzialità della pubblica amministrazione tra le violazioni di legge rilevanti per la configurabilità del reato.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

Deposito del 15/07/2016

S. 178/2016 del 06/07/2016 depositata il 15/07/2016
Udienza Pubblica del 05/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MORELLI


Oggetto: Edilizia e urbanistica - Norme della Regione Marche - Previsione che gli edifici esistenti, che siano oggetto di qualificazione del patrimonio edilizio esistente, di riqualificazione urbana, di recupero funzionale, di accorpamento e di ogni trasformazione espressamente qualificata di interesse pubblico dalla disciplina statale e regionale vigenti, possono essere demoliti e ricostruiti all'interno dell'area di sedime o aumentando la distanza dagli edifici antistanti anche in deroga ai limiti di cui al D.M. Lavori Pubblici 2 aprile 1968, n. 1444, fermo restando il rispetto delle norme del codice civile e della disciplina di tutela degli edifici di valore storico, architettonico e culturale - Previsione che gli eventuali incrementi volumetrici consentiti dalla normativa regionale vigente, possono essere realizzati con la sopraelevazione dell'edificio originario anche in deroga ai distacchi dai confini e dai limiti di zona prescritti dagli strumenti urbanistici ed edilizi vigenti ed in deroga agli artt. 7, 8 e 9 del D.M. n. 1444 del 1968, nonché con ampliamento fuori sagoma dell'edificio originario, laddove siano comunque rispettate le distanze minime tra fabbricati di cui all'articolo 9 del medesimo decreto o quelle dagli edifici antistanti preesistenti, dai corrispondenti confini interni e limiti di zona, se inferiori - Previsione che le disposizioni di cui al comma 1 prevalgono sulle diverse previsioni sulla densità edilizia, sull'altezza degli edifici e sulle distanze tra fabbricati previste dagli strumenti di pianificazione urbanistica comunale.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale

S. 179/2016 del 15/06/2016 depositata il 15/07/2016
Camera di Consiglio del 15/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: AMATO


Oggetto: Giustizia amministrativa - Riordino del processo amministrativo - Controversie aventi ad oggetto atti e provvedimenti delle pubbliche amministrazioni in materia urbanistica [nella specie: convenzioni urbanistiche] - Devoluzione alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo anche nel caso di azione giudiziale proposta da parte della pubblica amministrazione nei confronti del privato.
Dispositivo: non fondatezza

O. 180/2016 del 21/06/2016 depositata il 15/07/2016
Udienza Pubblica del 21/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CRISCUOLO


Oggetto: Straniero e apolide - Assegno sociale - Condizioni - Titolarità della carta di soggiorno.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

O. 181/2016 del 22/06/2016 depositata il 15/07/2016
Camera di Consiglio del 22/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CRISCUOLO


Oggetto: Straniero e apolide - Assegno sociale - Condizioni - Titolarità della carta di soggiorno.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

O. 182/2016 del 06/07/2016 depositata il 15/07/2016
Camera di Consiglio del 06/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MORELLI


Oggetto: Reati e pene - Pene accessorie - Ritiro della patente di guida sino ad anni tre disposto dal giudice con la sentenza di condanna per determinati reati previsti dal testo unico in materia di disciplina degli stupefacenti.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

Deposito del 20/07/2016

S. 183/2016 del 14/06/2016 depositata il 20/07/2016
Udienza Pubblica del 14/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: AMATO


Oggetto: Sanità pubblica - Norme della Regione Basilicata - Spesa per l'acquisto di prestazioni da privato - Previsione che la spesa per prestazioni di specialistica ambulatoriale, assistenza ospedaliera ed assistenza riabilitativa da privato accreditato, sostenuta dalle ASL negli anni 2015 e 2016, non può essere superiore al costo consuntivato sostenuto nell'anno 2013, al netto della mobilità sanitaria attiva; Tariffe per prestazioni sanitarie - Previsione che la Giunta regionale definisce le tariffe delle prestazioni sanitarie nel rispetto di quanto previsto dagli artt. 4 e 5 del D.M. 18 ottobre 2012, anche attraverso valutazioni comparative della qualità e dei costi rispetto alle prestazioni da erogare e previa verifica dell'equilibrio economico del servizio sanitario regionale ovvero con ricorso a risorse finanziarie del bilancio regionale all'uopo destinate in sede di assestamento, compatibilmente con i più generali equilibri di bilancio - Previsione che, nelle more della definizione delle predette tariffe da parte della Giunta regionale, si applica, a partire dal 1° gennaio 2015, la remunerazione per le prestazioni di assistenza ospedaliera per acuti, assistenza ospedaliera di riabilitazione e di lungodegenza post acuzie e di assistenza specialistica ambulatoriale definite dal Decreto del Ministero della salute del 18 ottobre 2012 - Previsione che le prestazioni sanitarie erogate in regime di mobilità sanitaria attiva sono remunerate sulla base delle tariffe definite dal tavolo nazionale della mobilità sanitaria interregionale; Impiego pubblico - Previsto stanziamento di una somma di euro 100.000 per ciascun esercizio finanziario 2015-2017, destinata a finanziare i Comuni che promuovono assunzioni in ruolo, per i lavoratori impiegati in attività socialmente utili, nonché in lavori di pubblica utilità; Porti e aeroporti - Sistema aeroportuale integrato della Basilicata - Previsione della sottoscrizione di quote consortili della Società Consorzio Aeroporto Salerno Pontecagnano s.c. a r.l., per un limite massimo di euro 280.000 per l'anno 2015, di euro 300.000 per l'esercizio finanziario 2016 e di euro 1.400.000 per l'anno 2017; Assistenza - Rete territoriale del volontariato lucano - Previsione del potere della Giunta regionale di stipulare convenzioni con i centri di servizio, i cui oneri potranno gravare su programmi cofinanziati da risorse comunitarie o in generale sulle risorse della programmazione regionale unitaria.
Dispositivo: illegittimità costituzionale - illegittimità costituzionale parziale - non fondatezza - estinzione del processo

S. 184/2016 del 21/06/2016 depositata il 20/07/2016
Udienza Pubblica del 21/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CAROSI


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Norme della Regione Toscana in materia di programmazione economica e finanziaria regionale e relative procedure contabili - Previsioni relative alla legislazione regionale concernente gli strumenti di programmazione finanziaria nonché al bilancio finanziario gestionale; Previsione che, nel corso dell'esercizio finanziario, le disponibilità dei fondi speciali possono essere utilizzate anche per fornire la copertura a provvedimenti legislativi non ricompresi nell'elenco di quelli finanziabili con i suddetti fondi, a condizione che il provvedimento da coprire indichi gli interventi inseriti nell'elenco ai quali viene sottratta la relativa copertura; Previsione che, entro il 31 ottobre di ogni anno, la Giunta regionale presenta al Consiglio regionale la proposta di legge di bilancio, la proposta di legge di stabilità e le eventuali proposte di legge ad essa collegate - Previsione, altresì, che l'esercizio provvisorio è autorizzato dal Consiglio regionale con legge proposta dalla Giunta regionale, per un periodo non superiore a quello stabilito dallo Statuto regionale; Previsione che, nei casi di assegnazioni comunitarie e statali con vincolo di destinazione, la Regione può stanziare somme eccedenti quelle assegnate, e che, nei due esercizi immediatamente successivi, le assegnazioni statali per scopi già soddisfatti con i finanziamenti aggiuntivi regionali sono sottratti alla loro destinazione; Previsione che, con successivo regolamento di attuazione della Giunta regionale, sono disciplinate le modalità per la gestione delle aperture di credito.
Dispositivo: illegittimità costituzionale - illegittimità costituzionale parziale - non fondatezza

S. 185/2016 del 06/07/2016 depositata il 20/07/2016
Udienza Pubblica del 05/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Edilizia e urbanistica - Norme della Regione Molise - Piano casa - Possibilità di ampliamento di edifici esistenti e in costruzione in sopraelevazione, contiguità all'interno di un diverso lotto, anche se assoggettato ad una diversa destinazione di zona, purché adiacente a quello da ampliare - Previsione che gli ampliamenti in sopraelevazione non costituiscono nuova costruzione ai fini del calcolo delle distanze tra edifici e ai fini dell'osservanza delle fasce di rispetto; Possibilità di ampliamenti agli edifici esistenti e in costruzione in deroga ai vigenti strumenti urbanistici comunali - Possibilità della non osservanza dei limiti massimi di altezza dei fabbricati e dei limiti minimi di distanza degli edifici tra loro e degli stessi edifici dai confini; Previsione che gli interventi di demolizione e ricostruzione degli edifici con la stessa sagoma del demolito e sulla medesima area di sedime non configurano la fattispecie di nuova costruzione al fine del calcolo delle distanze tra edifici, così come gli interventi di ricostruzione in luogo di un manufatto demolito, sulle aree prospicienti le strade pubbliche; Previsione che, entro il 31 maggio 2016, la Giunta regionale adotta i Piani Paesistici Esecutivi di ambito [PPE] di cui all'art. 11 della legge regionale n. 24 del 1989 - Previsione che nelle more sono consentiti interventi edilizi a valore strategico finalizzati alla ripresa del turismo; Disciplina transitoria - Previsione che i procedimenti già avviati, e per i quali non sono stati versati gli oneri concessori, sono valutati e definiti secondo le nuove disposizioni.
Dispositivo: illegittimità costituzionale - illegittimità costituzionale parziale - non fondatezza - cessata materia del contendere - ill. cost. parziale conseguenziale ex art. 27 legge n. 87/1953

S. 186/2016 del 06/07/2016 depositata il 20/07/2016
Camera di Consiglio del 06/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CAROSI


Oggetto: Sanità pubblica - Medici in rapporto di convenzione a tempo indeterminato con l'Azienda Sanitaria provinciale - Norme della Regione Calabria - Recupero delle quote rimaste insolute relative ad assistiti deceduti, trasferiti o irreperibili - Limitazione a dodici quote.
Dispositivo: illegittimità costituzionale

S. 187/2016 del 15/06/2016 depositata il 20/07/2016
Udienza Pubblica del 17/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Istruzione pubblica - Copertura delle cattedre e dei posti di insegnamento, che risultano effettivamente vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre, mediante il conferimento di supplenze annuali, in attesa dell'espletamento delle procedure concorsuali per l'assunzione di personale docente di ruolo - Conseguente successione di contratti o rapporti di lavoro a tempo determinato per il perseguimento, da parte dell'Amministrazione datore di lavoro, di uno scopo (il contenimento della spesa pubblica) non riconducibile ad una "finalità di politica sociale di uno Stato membro", secondo l'accezione desumibile dalla giurisprudenza della Corte di giustizia; - Conseguente successione di contratti o rapporti di lavoro a tempo determinato, svincolata dall'indicazione di ragioni obiettive e/o dalla predeterminazione di una durata massima o di un numero certo di rinnovi, in contrasto con la clausola 5, punto 1), dell'accordo quadro CES, UNICE e CEEP sul lavoro a tempo determinato, alla quale ha dato attuazione la direttiva 1999/70/CE del 28 giugno 1999.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale

S. 188/2016 del 14/06/2016 depositata il 20/07/2016
Udienza Pubblica del 14/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CAROSI


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2014 - Conferma del meccanismo dell'accantonamento sulle quote spettanti alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle d'Aosta e alle Province autonome di compartecipazione ai tributi erariali di cui all'art. 13, comma 17, decreto-legge 06/12/2011 n. 201.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale - non fondatezza - inammissibilità

S. 189/2016 del 14/06/2016 depositata il 20/07/2016
Udienza Pubblica del 14/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MODUGNO


Oggetto: Edilizia e urbanistica - Norme della Regione Sardegna - Modifiche alla legge regionale n. 4/2009, recante disposizioni straordinarie per il sostegno dell'economia mediante il rilancio del settore edilizio - Interventi di adeguamento e ampliamento del patrimonio edilizio esistente, di ampliamento per le costruzioni in zona agricola, di ampliamento degli immobili a finalità turistico-ricettiva, di demolizione e costruzione e sul patrimonio edilizio pubblico - Modifiche alle condizioni di ammissibilità degli interventi - Prevista realizzazione in deroga alle previsioni dei regolamenti edilizi e degli strumenti urbanistici comunali vigenti e in deroga alle vigenti disposizioni normative regionali; Paesaggio - Norme della Regione Sardegna - Modifiche alla legge regionale n. 28/1998, in materia di tutela paesistica - Semplificazione delle procedure di autorizzazione paesaggistica per gli interventi di lieve entità - Prevista possibilità per la Giunta regionale di individuare ulteriori forme di semplificazione, in conformità ai principi contenuti nel d.P.R. 09/07/2010 n. 139; Modifiche alla legge regionale n. 22/1984, recante norme per la classificazione delle aziende ricettive; Paesaggio - Modifiche alla legge regionale n. 19/2011, recante provvidenze per lo sviluppo del turismo golfistico - Previsione che la Giunta regionale attivi la procedura di cui all'art. 11 della legge regionale n. 4/2009, proponendo gli adeguamenti al Piano paesaggistico regionale per consentire la realizzazione di nuove strutture residenziali e ricettive connesse ai campi da golf, anche in ambito costiero, sino alla distanza di 1000 metri dalla linea di battigia e di 500 metri per le isole minori.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale - non fondatezza - estinzione del processo

S. 190/2016 del 15/06/2016 depositata il 20/07/2016
Udienza Pubblica del 04/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: PROSPERETTI


Oggetto: Sanità pubblica - Verbale del Comando Carabinieri per la tutela della salute-NAS di Trento del 23 febbraio 2015, con il quale, a seguito di accesso presso gli uffici dell'Assessorato alla Sanità della Provincia di Bolzano, è stato richiesto all'Assessorato medesimo di fornire i titoli delle spese sanitarie concesse in regime di esenzione e distinte per prestazioni sanitarie e spedizione di farmaci per gli anni 2010-2011-2012-2013 e 2014.
Dispositivo: accoglie il ricorso

S. 191/2016 del 01/06/2016 depositata il 20/07/2016
Camera di Consiglio del 01/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: PROSPERETTI


Oggetto: Procedimento civile - Sospensione feriale dei termini processuali - Deroghe - Inapplicabilità della sospensione ai procedimenti di "opposizione all'esecuzione" - Riconducibilità a tale ipotesi derogatoria dei termini per il compimento degli atti del processo esecutivo.
Dispositivo: non fondatezza

S. 192/2016 del 22/06/2016 depositata il 20/07/2016
Camera di Consiglio del 22/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: AMATO


Oggetto: Istruzione pubblica - Docenti che hanno già stipulato contratti a tempo indeterminato per qualsiasi tipologia di posti di insegnamento o classi di concorso - Previsione che, a decorrere dall'anno scolastico 2010-2011, non è consentita, per tali docenti, la permanenza nelle graduatorie ad esaurimento.
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

S. 193/2016 del 06/07/2016 depositata il 20/07/2016
Camera di Consiglio del 06/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: AMATO


Oggetto: Sanzioni amministrative - Previsione dell'applicazione delle sanzioni amministrative soltanto nei casi e per i tempi in esse considerate - Applicazione all'autore dell'illecito amministrativo della legge successiva più favorevole.
Dispositivo: non fondatezza

O. 194/2016 del 15/06/2016 depositata il 20/07/2016
Udienza Pubblica del 17/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Istruzione pubblica - Copertura delle cattedre e dei posti di insegnamento, che risultano effettivamente vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre, mediante il conferimento di supplenze annuali, in attesa dell'espletamento delle procedure concorsuali per l'assunzione di personale docente di ruolo; Conseguente successione di contratti o rapporti di lavoro a tempo determinato, svincolata dall'indicazione di ragioni obiettive e/o dalla predeterminazione di una durata massima o di un numero certo di rinnovi, in contrasto con la clausola 5, punto 1), dell'accordo quadro CES, UNICE e CEEP sul lavoro a tempo determinato, alla quale ha dato attuazione la direttiva 1999/70/CE del 28 giugno 1999.
Dispositivo: restituzione atti - jus superveniens

O. 195/2016 del 18/05/2016 depositata il 20/07/2016
Camera di Consiglio del 18/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Istruzione pubblica - Conservatori di musica ed istituti musicali parificati - Previsione che, ai fini del soddisfacimento delle esigenze didattiche non temporanee derivanti dalla legge di riforma, cui non si possa far fronte nell'ambito delle dotazioni organiche, si provvede esclusivamente mediante l'attribuzione di incarichi di insegnamento di durata non superiore al quinquennio, rinnovabili.
Dispositivo: restituzione atti - jus superveniens

O. 196/2016 del 15/06/2016 depositata il 20/07/2016
Camera di Consiglio del 15/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: PROSPERETTI


Oggetto: Arbitrato - Arbitrato irrituale - Lodo contrattuale -Impugnabilità dinanzi al giudice - Limitazione ai soli casi di gravame previsti - Restrizione della tutela processuale per le parti.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

O. 197/2016 del 15/06/2016 depositata il 20/07/2016
Camera di Consiglio del 15/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MODUGNO


Oggetto: Turismo - Norme della Regione Sardegna - Provvidenze per lo sviluppo del turismo golfistico - Agevolazioni finalizzate alla promozione e realizzazione di campi da golf - Destinatari - Prevista inclusione tra i destinatari delle agevolazioni delle società di capitali e consorzi di società anche con capitale misto pubblico/privato con sede legale in Sardegna; Paesaggio - Provvidenze per lo sviluppo del turismo golfistico - Norme generali in tema di pianificazione paesaggistica - Prevista autorizzazione della Giunta regionale ad adeguare il Piano paesaggistico regionale nel senso di consentire la realizzazione nella fascia costiera e solo oltre la fascia di mille metri dalla linea di battigia di nuove strutture residenziali e ricettive connesse ai campi da golf; Turismo - Provvidenze per lo sviluppo del turismo golfistico - Presentazione dei progetti preliminari per la realizzazione dei nuovi campi da golf e l'ampliamento di quelli già esistenti - Prevista partecipazione alle conferenze di servizio istruttorie della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici.
Dispositivo: estinzione del processo

O. 198/2016 del 06/07/2016 depositata il 20/07/2016
Camera di Consiglio del 06/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CAROSI


Oggetto: Correzione errore materiale.
Dispositivo: correzione errore materiale

Deposito del 21/07/2016

S. 199/2016 del 21/06/2016 depositata il 21/07/2016
Udienza Pubblica del 21/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: LATTANZI


Oggetto: Imposte e tasse - Norme della Regione Umbria - Tasse automobilistiche - Introduzione per i veicoli ultraventennali con determinate caratteristiche di una "tassa di possesso forfettaria" in sostituzione della tassa automobilistica ordinaria di cui al d.P.R. 05/02/1953 n. 39 - Previsione che la Giunta regionale provvede con proprio regolamento a disciplinare le modalità di individuazione degli autoveicoli e motoveicoli soggetti al nuovo regime, nonché le procedure per il conseguimento delle agevolazioni in questione. Imposte e tasse - Norme della Regione Basilicata - Tassa automobilistica regionale - Esenzione per gli autoveicoli e motoveicoli ultraventennali, classificati d'interesse storico o collezionistico, iscritti in uno dei registri ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa romeo, Storico FMI, al 31 dicembre 2014 - Assoggettamento degli stessi veicoli, ove utilizzati su pubblica strada, ad una tassa di circolazione forfettaria annua - Esclusione di sanzioni e interessi sui pagamenti integrativi della tassa automobilistica effettuati entro il 4 aprile 2015 [data di entrata in vigore della legge regionale n. 14 del 2015].
Dispositivo: illegittimità costituzionale - illegittimità costituzionale parziale - cessata materia del contendere

S. 200/2016 del 31/05/2016 depositata il 21/07/2016
Udienza Pubblica del 31/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: LATTANZI


Oggetto: Processo penale - Divieto di un secondo giudizio - Applicabilità limitata all'esistenza del medesimo "fatto giuridico", nei suoi elementi costitutivi, sebbene diversamente qualificato, invece che all'esistenza del medesimo "fatto storico", così come delineato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale

S. 201/2016 del 06/07/2016 depositata il 21/07/2016
Camera di Consiglio del 06/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: LATTANZI


Oggetto: Processo penale - Decreto penale di condanna - Avviso all'imputato della facoltà di chiedere la sospensione del procedimento per messa alla prova unitamente all'atto di opposizione.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale

S. 202/2016 del 03/05/2016 depositata il 21/07/2016
Udienza Pubblica del 03/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: LATTANZI


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2015 - Obbligo per le Regioni e gli enti locali di destinare negli anni 2015 e 2016 le risorse per le assunzioni a tempo indeterminato, nelle percentuali stabilite, all'immissione nei ruoli dei vincitori di concorso pubblico collocati nelle proprie graduatorie e alla ricollocazione nei propri ruoli delle unità soprannumerarie destinatarie dei processi di mobilità - Obbligo di destinare, altresì, esclusivamente per le finalità di ricollocazione del personale in mobilità, la restante percentuale della spesa relativa al personale di ruolo cessato negli anni 2014 e 2015, salva la completa ricollocazione del personale soprannumerario - Previsione che, nonostante i detti obblighi, restano fermi i vincoli del patto di stabilità interno e la sostenibilità finanziaria e di bilancio dell'ente, e che le assunzioni effettuate in violazione di tale normativa sono nulle.
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

S. 203/2016 del 15/06/2016 depositata il 21/07/2016
Udienza Pubblica del 31/05/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: de PRETIS


Oggetto: Sanità pubblica - Razionalizzazione e riduzioni della spesa sanitaria - Previsione che a tutti i singoli contratti e a tutti i singoli accordi regionali nell'esercizio 2012, per l'acquisto di prestazioni sanitarie da soggetti privati accreditati per l'assistenza specialistica ambulatoriale e per l'assistenza ospedaliera, si applica una riduzione dell'importo e dei volumi di acquisto in misura percentuale fissa, determinata dalla Regione e dalla Provincia autonoma, tali da ridurre la spesa complessiva annua, rispetto alla spesa consuntivata per l'anno 2011, dello 0,5 per cento per l'anno 2012, dell'1 per cento per l'anno 2013 e del 2 per cento a decorrere dall'anno 2014.
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

S. 204/2016 del 14/06/2016 depositata il 21/07/2016
Udienza Pubblica del 14/06/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: LATTANZI


Oggetto: Ordinamento penitenziario - Rimedi risarcitori conseguenti alla violazione dell'art. 3 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali nei confronti di soggetti detenuti o internati.
Dispositivo: non fondatezza

S. 205/2016 del 06/07/2016 depositata il 21/07/2016
Udienza Pubblica del 05/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: de PRETIS


Oggetto: Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2015 - Province e Città metropolitane - Previsto concorso al contenimento della spesa pubblica mediante riduzione della spesa corrente di 1.000 milioni di euro per l'anno 2015, 2.000 milioni di euro per l'anno 2016 e 3.000 milioni di euro per l'anno 2017 - Conseguente ripartizione delle predette riduzioni di spesa nella misura del 90 per cento per gli enti appartenenti alle Regioni a statuto ordinario e del restante 10 per cento per gli enti della Regione siciliana e della Regione Sardegna - Previsto obbligo di inserimento da parte di ciascuna Provincia e Città metropolitana in apposito capitolo di entrata del bilancio dello Stato di un ammontare di risorse pari ai predetti risparmi di spesa - Prevista esclusione dell'obbligo di versamento per le Province in dissesto alla data del 15 ottobre 2014 - Previsione che con decreto del Ministro dell'interno, da emanare entro il 31 marzo 2015, con il supporto tecnico della Società per gli studi di settore - SOSE S.p.a., sentita la Conferenza Stato-Città ed autonomie locali, è stabilito l'ammontare della riduzione della spesa corrente che ciascun ente deve conseguire e del corrispondente versamento, tenendo conto anche della differenza tra spesa storica e fabbisogni standard; Bilancio e contabilità pubblica - Legge di stabilità 2015 - Province e Città metropolitane - Contributo al contenimento della spesa pubblica mediante riduzione della spesa - Modificazioni all'art. 47 del d.l. n. 66/2014, convertito nella legge n. 89/2014 e successive modificazioni - Previsioni che al comma 1 le parole: «e 2017» sono sostituite, ovunque ricorrono, dalle seguenti: «2017 e 2018»; e che ai commi 2, 8 e 9, le parole: «al 2017» sono sostituite, ovunque ricorrono, dalle seguenti: «al 2018».
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

O. 206/2016 del 06/07/2016 depositata il 21/07/2016
Udienza Pubblica del 05/07/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: PROSPERETTI


Oggetto: Spese di giustizia - Liquidazione dell'onorario e delle spese al difensore d'ufficio - Previsione che l'onorario e le spese spettanti al difensore d'ufficio sono liquidati dal magistrato, con le modalità previste, quando il difensore dimostra di avere esperito inutilmente le procedure per il recupero dei crediti professionali.
Dispositivo: manifesta infondatezza


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Scorrendo questa pagina, selezionando il link Accetto o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.   Accetto