Indice annuale delle pronunce

Anno:  Mese:     


Deposito del 03/11/2016

S. 231/2016 del 20/09/2016 depositata il 03/11/2016
Udienza Pubblica del 20/09/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: de PRETIS


Oggetto: Edilizia e urbanistica - Norme della Regione Liguria - Interventi edilizi - Inclusione della "installazione di tende da sole, insegne, targhe, impianti tecnologici o elementi di arredo urbano e privato pertinenziali non comportanti creazione di volumetria" nell'elenco degli interventi di manutenzione ordinaria, con conseguente riconduzione nell'attività edilizia libera, esente da comunicazione di inizio lavori.
Dispositivo: illegittimità costituzionale - non fondatezza - inammissibilità

S. 232/2016 del 20/09/2016 depositata il 03/11/2016
Udienza Pubblica del 20/09/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Ordinamento giudiziario - Riorganizzazione dei Tribunali ordinari e degli uffici del pubblico ministero, recata dal decreto legislativo 07/09/2012 n. 155 - Soppressione del Tribunale e della Procura della Repubblica di Avezzano - Disposizioni sui magistrati e sul personale amministrativo degli uffici giudiziari soppressi, sui magistrati titolari di funzioni dirigenziali degli uffici giudiziari soppressi, sulla polizia giudiziaria degli uffici soppressi, sull'edilizia giudiziaria degli edifici soppressi - Disposizioni transitorie - Clausola di invarianza.
Dispositivo: non fondatezza

S. 233/2016 del 21/09/2016 depositata il 03/11/2016
Camera di Consiglio del 21/09/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: LATTANZI


Oggetto: Processo penale - Misure cautelari personali - Riesame delle ordinanze che dispongono una misura coercitiva - Ipotesi di perdita di efficacia dell'ordinanza che dispone la misura - Previsione della non reiterabilità, salve eccezionali esigenze cautelari specificamente motivate.
Dispositivo: non fondatezza

O. 234/2016 del 05/10/2016 depositata il 03/11/2016
Camera di Consiglio del 05/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MORELLI


Oggetto: Spese di giustizia - Liquidazione del compenso all'ausiliario del giudice - Opposizione al decreto di pagamento - Soppressione, ad opera del decreto legislativo 01/09/2011 n. 150, del termine perentorio di venti giorni dall'avvenuta comunicazione, previsto dalla normativa originaria - Conseguente mancanza di termini decadenziali.
Dispositivo: manifesta infondatezza

O. 235/2016 del 05/10/2016 depositata il 03/11/2016
Camera di Consiglio del 05/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: BARBERA


Oggetto: Sanità pubblica - Norme della Regione siciliana - Personale medico, titolare di rapporti di continuità assistenziale, che, a seguito di verbale definitivo della Commissione medica del MEF per l'accertamento delle invalidità civili, è stato assegnato a servizi propri di aziende del Servizio sanitario regionale - Collocazione, previo svolgimento di procedura selettiva, nell'organico dell'Azienda presso cui presta servizio, con riclassificazione del rapporto di lavoro da convenzionale a dipendente. In via consequenziale: Sanità pubblica - Norme della Regione siciliana - Personale medico, titolare di rapporti di continuità assistenziale, che, a seguito di verbale definitivo della Commissione medica del MEF per l'accertamento delle invalidità civili, è stato assegnato da almeno quattro anni a servizi propri di aziende del Servizio sanitario regionale - Collocazione nell'organico dell'Azienda presso cui presta servizio, con riclassificazione del rapporto di lavoro da convenzionale a dipendente.
Dispositivo: estinzione del processo

Deposito del 10/11/2016

S. 236/2016 del 21/09/2016 depositata il 10/11/2016
Camera di Consiglio del 21/09/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: ZANON


Oggetto: Reati e pene - Alterazione di stato - Stato civile di un neonato - Alterazione nella formazione di un atto di nascita.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale

O. 237/2016 del 21/09/2016 depositata il 10/11/2016
Camera di Consiglio del 21/09/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: LATTANZI


Oggetto: Processo penale - Sospensione del procedimento con messa alla prova - Mancata previsione che il giudice, ai fini di ogni decisione di merito da assumere nel procedimento speciale di messa alla prova, proceda alla acquisizione e valutazione degli atti delle indagini preliminari di cui già altrimenti non disponga, restituendoli, per l'ulteriore corso, nel caso di esito negativo della pronuncia sulla concessione o sull'esito della messa alla prova. Denunciata prescrizione dell'applicazione di sanzioni penali legalmente indeterminate. Provvedimenti giurisdizionali modificativi o integrativi del programma di trattamento - Previsione del consenso dell'imputato quale condizione di ammissibilità, di validità o di efficacia. Prescrizione della irrogazione ed esecuzione di sanzioni penali che conseguono ad un reato per cui non risulta pronunciata né di regola pronunciabile alcuna condanna definitiva o non definitiva.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

O. 238/2016 del 18/10/2016 depositata il 10/11/2016
Udienza Pubblica del 18/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: AMATO


Oggetto: Elezioni - Consiglio regionale - Norme della Regione Calabria - Previsione che la nomina ad assessore dei componenti del Consiglio regionale comporta la sospensione di diritto dall'incarico di consigliere regionale e l'affidamento temporaneo della supplenza per l'esercizio delle funzioni di consigliere al candidato della stessa lista che ha riportato, dopo gli eletti, il maggior numero di voti.
Dispositivo: estinzione del processo

Deposito del 11/11/2016

S. 239/2016 del 05/10/2016 depositata il 11/11/2016
Udienza Pubblica del 04/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CARTABIA


Oggetto: Commercio - Norme della Regione Puglia - Codice del Commercio - Orari di apertura e di chiusura al pubblico degli esercizi di vendita al dettaglio - Previsione che la Regione e i Comuni promuovono accordi volontari tra gli operatori sugli orari delle attività commerciali - Previsione di progetti di valorizzazione commerciale; Sviluppo e promozione del commercio - Progetto di valorizzazione commerciale - Previsione della possibilità per il Comune di vietare la vendita di particolari merceologie o settori merceologici; Modalità di apertura, trasferimento e ampliamento degli esercizi - Previsione che l'apertura, il trasferimento di sede, il cambiamento di settore di vendita e l'ampliamento della superficie di una media o grande struttura di vendita sono soggetti ad autorizzazione commerciale - Previsione che l'apertura, il trasferimento di sede, il cambiamento di settore di vendita e l'ampliamento di un Centro commerciale o di un'Area Commerciale Integrata sono soggetti ad autorizzazione per l'intero Centro e di autorizzazione o SCIA [a seconda della dimensione] per ciascuno degli esercizi al dettaglio presenti nel Centro Commerciale; Pianificazione territoriale e urbanistica degli insediamenti commerciali - Previsione che i Comuni individuano le aree idonee all'insediamento di strutture commerciali attraverso i propri strumenti urbanistici, con particolare riferimento al dimensionamento della funzione commerciale; Tipologie e attività commerciali integrative - Previsione che tutti i nuovi impianti devono essere dotati almeno di un prodotto ecocompatibile GPL o metano, a condizione che non vi siano ostacoli tecnici o oneri economici eccessivi e non proporzionali alle finalità dell'obbligo.
Dispositivo: illegittimità costituzionale - non fondatezza - inammissibilità

S. 240/2016 del 04/10/2016 depositata il 11/11/2016
Udienza Pubblica del 04/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CAROSI


Oggetto: Militari - Personale militare in servizio per conto dell'ONU in zone d'intervento - Estensione dei benefici combattentistici di cui alla legge 24/04/1950 n. 390 - Limitazione, secondo l'interpretazione della norma censurata del Consiglio di Stato costituente "diritto vivente", alla sola campagna di guerra del 1940-1945.
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

S. 241/2016 del 05/10/2016 depositata il 11/11/2016
Udienza Pubblica del 04/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: SCIARRA


Oggetto: Previdenza e assistenza - Cumulo tra pensione e reddito di lavoro - Applicabilità del cumulo integrale in caso di cumulo con la pensione privilegiata ordinaria diretta ex art. 67, comma 4, del d.P.R. 29/12/1973 n. 1092.
Dispositivo: non fondatezza

Deposito del 22/11/2016

S. 242/2016 del 05/10/2016 depositata il 22/11/2016
Udienza Pubblica del 04/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: LATTANZI


Oggetto: Imposte e tasse - Norme della Regione Veneto - Legge di stabilità regionale 2015 - Tassa automobilistica - Prevista esenzione dal pagamento della tassa automobilistica ordinaria per i veicoli e motoveicoli muniti di certificato di interesse storico collezionistico rilasciato da ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, etc., a decorrere dal ventesimo anno dalla loro costruzione - Prevista istituzione di una tassa di circolazione forfettaria sugli stessi veicoli e motoveicoli; Marchi - Prevista registrazione e promozione di marchi collettivi di qualità di proprietà della Regione; Bilancio e contabilità pubblica - Previsione che le riserve destinate alla copertura delle anticipazioni di liquidità, acquisite dalla Regione per il pagamento dei debiti sanitari pregressi, siano garantite anche mediante l'utilizzo delle risorse destinate al finanziamento del fondo sanitario regionale, vale a dire del finanziamento sanitario corrente.
Dispositivo: illegittimità costituzionale - non fondatezza - cessata materia del contendere

S. 243/2016 del 19/10/2016 depositata il 22/11/2016
Udienza Pubblica del 19/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: AMATO


Oggetto: Elezioni - Norme della Regione Calabria - Norme per l'elezione del Presidente della Giunta regionale e del Consiglio regionale - Adozione, da parte di organo legislativo in regime di prorogatio, di norme soppressorie di precedente norma regionale che faceva salva l'applicazione dell'art. 5, comma 1, secondo periodo, della legge costituzionale n. 1/1999 [che prevede la nomina a consigliere regionale del candidato che ha riportato un numero di voti immediatamente inferiore a quello del Presidente eletto].
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale

S. 244/2016 del 05/10/2016 depositata il 22/11/2016
Udienza Pubblica del 04/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: AMATO


Oggetto: Opere pubbliche - Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l'emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive - Misure urgenti per l'individuazione e la realizzazione di impianti di recupero di energia dai rifiuti urbani e speciali, costituenti infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - Adozione di dette misure con decreto-legge [Sblocca Italia]; Ambiente - Misure urgenti per l'individuazione e la realizzazione di impianti di recupero di energia dai rifiuti urbani e speciali, costituenti infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - Previsione che gli impianti di recupero, inseriti nel D.P.C.M. di cui al comma 1 dell'articolo impugnato, sono qualificati come infrastrutture di preminente interesse nazionale e che i medesimi devono essere autorizzati ad operare a saturazione del carico termico, che dovranno rispondere alle caratteristiche degli impianti R1, e che, non sussistendo vincoli di bacino, all'interno degli stessi dovrà essere data priorità al trattamento dei rifiuti urbani provenienti dall'intero territorio nazionale; Previsto affidamento ad un D.P.C.M., da adottare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto-legge impugnato, dell'individuazione degli impianti di recupero di energia e di smaltimento dei rifiuti solidi urbani e speciali già esistenti sul territorio nazionale o da realizzare - Previsione che tutti gli impianti esistenti e da realizzare devono essere autorizzati a saturazione del carico termico ed imposizione alle Autorità competenti di adeguare negli stessi termini le autorizzazioni integrate ambientali degli impianti esistenti entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto-legge impugnato - Previsione che i nuovi impianti devono essere realizzati conformemente alla classificazione di impianti di recupero energetico R1 di cui all'Allegato C alla parte IV del Codice dell'ambiente - Imposizione alle competenti Autorità di verificare per gli impianti già esistenti, entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto-legge impugnato, la sussistenza dei requisiti per la qualificazione come impianti di recupero R1, revisionando in tal senso, nello stesso termine di 60 giorni, le autorizzazioni integrate ambientali, ove ne ricorrano i presupposti - Previsione della priorità del trattamento dei rifiuti urbani prodotti nel territorio nazionale e che, a saturazione del carico termico, potrebbero essere inoltre trattati rifiuti speciali non pericolosi o pericolosi a solo rischio sanitario, con imposizione alle autorità competenti di adeguare negli stessi termini le autorizzazioni integrate ambientali degli impianti nel medesimo termine di 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto-legge impugnato - Previsto dimezzamento dei termini di espletamento delle procedure di espropriazione per pubblica utilità, di VIA e di AIA, con estensione del dimezzamento ai termini residui anche di procedimenti in corso alla data di entrata in vigore del decreto-legge impugnato - Previsto intervento sostitutivo del Governo nel caso di mancato rispetto dei termini di cui al comma 2 [modifiche della AIA], al comma 4 [valutazione della compatibilità degli impianti esistenti con le caratteristiche degli impianti di recupero R1 ed eventuale adeguamento della relativa AIA entro 60 giorni], al comma 5 [adeguamento della AIA alle priorità di trattamento dei rifiuti urbani, nonché, a saturazione del carico termico, dei rifiuti non pericolosi o pericolosi solo a rischio sanitario, entro 60 giorni] e al comma 6 [dimezzamento dei termini dei procedimenti di espropriazione per pubblica utilità, di VIA e di AIA] dell'articolo impugnato; Prevista imposizione alle competenti autorità di adeguare le autorizzazioni integrate ambientali degli impianti di recupero e smaltimento per l'operatività a saturazione del carico termico e per la qualificazione quali impianti di recupero R1 entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto-legge impugnato - Prevista individuazione mediante D.P.C.M. degli impianti di recupero e smaltimento da qualificarsi come infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale, da adottarsi entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto-legge impugnato; Prevista priorità di smaltimento dei rifiuti [rifiuti urbani provenienti da tutto il territorio nazionale e rifiuti sanitari]. Ambiente - Misure urgenti per la realizzazione su scala nazionale di un sistema adeguato e integrato di gestione dei rifiuti urbani e per conseguire gli obiettivi di raccolta differenziata e di riciclaggio. Misure urgenti per la gestione e per la tracciabilità dei rifiuti nonché per il recupero dei beni in polietilene - Introduzione delle misure con decreto-legge; In via subordinata: richiesta di rinvio pregiudiziale alla Corte di giustizia UE per l'interpretazione della direttiva 2001/42/CE [c.d. direttiva VAS] in relazione all'art. 35, comma 1, del decreto-legge n. 133 del 2014, convertito, con modificazioni, in legge 11/11/2014 n. 164; Previsione che entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto-legge, con D.P.C.M. vengano individuati a livello nazionale la capacità complessiva di trattamento di rifiuti urbani e assimilati degli impianti di incenerimento in esercizio o autorizzati a livello nazionale - Individuazione del fabbisogno residuo di impianti di recupero della frazione organica dei rifiuti urbani raccolta in maniera differenziata - Applicazione del potere sostitutivo da parte dello Stato in caso di mancato rispetto dei termini; Riduzione di un quarto dei termini residui per i procedimenti di espropriazione per pubblica utilità degli impianti di cui al comma 1 dell'impugnato articolo, in corso alla data di entrata in vigore del decreto-legge; Previsione che sono ammessi rifiuti speciali pericolosi a solo rischio infettivo. Disposizioni finalizzate alla realizzazione di una rete nazionale di impianti di incenerimento - Individuazione con D.P.C.M. degli impianti esistenti e di quelli, da realizzare, di incenerimento a recupero energetico - Recupero della frazione organica dei rifiuti urbani [FORSU] raccolta in maniera differenziata - Previsione che tutti gli impianti sono autorizzati a saturazione del carico termico in caso di valutazione positiva della compatibilità ambientale dell'impianto - Previsione che tutti gli impianti dovranno essere realizzati conformemente alla classificazione di impianti di recupero energetico di cui al punto R1, allegato C alla parte quarta del Codice dell'ambiente - Verifica della sussistenza dei requisiti per la loro qualifica di impianti di recupero energetico R1 - Dimezzamento o riduzione a un quarto [in caso di procedure in corso] dei termini per l'espletamento delle procedure di espropriazione per pubblica utilità degli impianti di recupero da realizzare - Previsione della perentorietà dei termini per VIA e AIA - Applicazione del potere sostitutivo in caso di mancato rispetto dei termini per la verifica degli impianti e l'adeguamento delle autorizzazioni e per l'accelerazione delle procedure autorizzative.
Dispositivo: non fondatezza - inammissibilità

S. 245/2016 del 05/10/2016 depositata il 22/11/2016
Camera di Consiglio del 05/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Trasporto pubblico - Norme della Regione Liguria - Istituzione di un ambito territoriale regionale ottimale per il trasporto pubblico regionale e locale - Affidamento della gara con un unico lotto.
Dispositivo: inammissibilità

O. 246/2016 del 19/10/2016 depositata il 22/11/2016
Udienza Pubblica del 19/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MORELLI


Oggetto: Province, Comuni e Città metropolitane - Norme della Regione Sardegna - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle Province - Abrogazione, tramite referendum, della legge istitutiva delle "nuove province" di Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Ogliastra ed Olbia-Tempio - Nomina, con delibera della Giunta regionale, su proposta del Presidente della Regione, di commissari straordinari che assicurano la continuità delle funzioni già svolte dalla Provincia.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

O. 247/2016 del 19/10/2016 depositata il 22/11/2016
Udienza Pubblica del 19/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MODUGNO


Oggetto: Ambiente - Norme della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia - Determinazione delle garanzie finanziarie per la gestione degli impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti - Previsione che la Regione demanda ad un successivo atto regolamentare regionale la determinazione dei criteri di quantificazione della garanzia da prestarsi per la gestione e chiusura di discariche di rifiuti situate nel territorio regionale.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

Deposito del 25/11/2016

S. 248/2016 del 09/11/2016 depositata il 25/11/2016
Camera di Consiglio del 09/11/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: de PRETIS


Oggetto: Impiego pubblico - Norme della Regione Calabria - Associazioni di Divulgazione Agricola - Previsione, in caso di scioglimento volontario, che il relativo personale, che non possa proseguire il rapporto con altra Associazione di Divulgazione Agricola, passi alle dipendenze della Regione.
Dispositivo: illegittimità costituzionale

S. 249/2016 del 04/10/2016 depositata il 25/11/2016
Udienza Pubblica del 04/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Energia - Norme della Regione Abruzzo - Localizzazione delle centrali di compressione e di spinta del gas funzionali ai metanodotti - Possibilità, anche ai fini dell'espressione dell'intesa di cui all'art. 52-quinquies, comma 2, del D.P.R. 08/06/2001 n. 327, nelle sole zone [aree e nuclei] industriali della Regione, dove l'impatto ambientale e il rischio sismico sono minori; Distanze di sicurezza per i nuovi metanodotti - Fissazione da parte della Regione di distanze crescenti in proporzione all'aumentare del diametro delle condotte e della loro pressione d'esercizio; Localizzazione delle centrali di compressione e di spinta del gas funzionali ai metanodotti nelle sole zone [aree e nuclei] industriali della Regione - Fissazione da parte della Regione di distanze di sicurezza dai fabbricati per i nuovi metanodotti.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale

S. 250/2016 del 18/10/2016 depositata il 25/11/2016
Udienza Pubblica del 18/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: BARBERA


Oggetto: Appalti pubblici - Arbitrato nelle controversie su diritti soggettivi derivanti dall'esecuzione dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture [art. 241 del Codice dei contratti pubblici].
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale

S. 251/2016 del 09/11/2016 depositata il 25/11/2016
Udienza Pubblica del 19/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: SCIARRA


Oggetto: Amministrazione pubblica - Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche - Semplificazioni amministrative - Carta della cittadinanza digitale - Principi e criteri direttivi; Istituzione del sistema della dirigenza pubblica - Principi e criteri direttivi; Deleghe per la semplificazione normativa - Procedure e criteri comuni per l'esercizio di deleghe legislative di semplificazione nei settori: lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche e connessi profili di organizzazione amministrativa, partecipazioni societarie delle amministrazioni pubbliche, servizi pubblici locali di interesse economico generale; Riordino della disciplina del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche - Principi e criteri direttivi; Riordino della disciplina delle partecipazioni societarie delle amministrazioni pubbliche - Previsione di puntuali principi e criteri direttivi; Riordino della disciplina dei servizi pubblici locali di interesse economico generale - Principi e criteri direttivi.
Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale - non fondatezza - inammissibilità

S. 252/2016 del 18/10/2016 depositata il 25/11/2016
Udienza Pubblica del 18/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: ZANON


Oggetto: Calamità pubbliche e protezione civile - Norme della Regione Sardegna - Istituzione di uffici territoriali periferici di protezione civile per l'esercizio di: a) attività organizzative e di gestione del volontariato; b) predisposizione in ambito sovracomunale del programma di previsione e prevenzione rischi; c) supporto alle disposizioni dei piani comunali di protezione civile; d) attività istruttoria e di verifica degli interventi di cui alla l.r. n. 28/1985 [Interventi urgenti per le spese di primo intervento sostenute da Comuni, Province e Comunità montane in occasione di calamità naturali ed eccezionali avversità atmosferiche]; e) pianificazione e coordinamento delle esercitazioni di protezione civile in ambito comunale - Eliminazione dell'attività di indirizzo e coordinamento della Regione per la predisposizione dei piani provinciali di emergenza di cui all'art. 2, comma 1, lett. b), della legge n. 225/1992 [eventi naturali connessi con l'attività dell'uomo che per loro natura ed estensione comportano l'intervento coordinato di più enti o amministrazioni competenti in via ordinaria] - Eliminazione della predisposizione dei piani provinciali di emergenza sulla base degli indirizzi regionali nonché della vigilanza sulle predisposizioni dei servizi urgenti, anche di natura tecnica, da attivare al ricorrere degli eventi di cui all'art. 2, comma 1, sub b), della legge n. 225/1992.
Dispositivo: non fondatezza

S. 253/2016 del 08/11/2016 depositata il 25/11/2016
Udienza Pubblica del 08/11/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: ZANON


Oggetto: Sanità pubblica - Norme della Regione Piemonte - Promozione di interventi di recupero e valorizzazione dei beni invenduti - Definizioni - Previsione che si definiscono invenduti i prodotti farmaceutici e parafarmaceutici di prossima scadenza e destinati all'eliminazione dal circuito commerciale.
Dispositivo: cessata materia del contendere

O. 254/2016 del 18/10/2016 depositata il 25/11/2016
Udienza Pubblica del 18/10/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CRISCUOLO


Oggetto: Previdenza - Cassa Nazionale della Previdenza Forense - Previsione, in ragione delle aliquote del contributo soggettivo a carico degli avvocati pensionati di vecchiaia, di un maggiore contributo solidaristico di tale categoria rispetto a quello posto a carico degli avvocati non pensionati. Contribuzione erogata dagli avvocati pensionati di vecchiaia per finalità solidaristica.
Dispositivo: manifesta inammissibilità

O. 255/2016 del 08/11/2016 depositata il 25/11/2016
Udienza Pubblica del 08/11/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: MORELLI


Oggetto: Ambiente - Norme della Regione Lazio - Tutela, governo e gestione pubblica delle acque - Previsione che ciascuna Autorità, sentite le comunità di riferimento e i Comuni interessati, all'interno degli ambiti di bacino idrografico, decide, in merito all'applicazione delle regole della concorrenza, nell'ambito delle funzioni di organizzazione del servizio idrico integrato e di scelta della forma di gestione; Principi relativi alla tutela e alla pianificazione - Previsione che le concessioni al prelievo e le autorizzazioni allo scarico per gli usi differenti da quello potabile possono essere revocate dall'autorità competente, anche prima della loro scadenza amministrativa, se è verificata l'esistenza di gravi problemi qualitativi e quantitativi al corpo idrico interessato e che in tali casi non sono dovuti risarcimenti di alcun genere, salvo il rimborso degli oneri per il canone di concessione delle acque non prelevate; Principi relativi alla gestione del servizio idrico - Previsione che la gestione del servizio idrico integrato ha come obiettivo il pareggio di bilancio, persegue finalità di carattere sociale e ambientale ed è finanziata attraverso risorse regionali e meccanismi tariffari; Ambiti di bacino idrografico - Previsione che la Regione deve rilasciare alle Autorità di ambito di bacino idrografico le concessioni per le grandi derivazioni di acque sotterranee e superficiali affioranti nei rispettivi bacini idrografici - Competenze; Previsione che resta in capo ad ogni singolo ente il diritto a provvedere direttamente alla gestione del servizio idrico integrato sul proprio territorio; Disposizione transitoria - Previsione che le gestioni provvisorie non rientranti nelle convenzioni di cooperazione operano fino all'individuazione degli ambiti di bacino idrografico di cui alla legge impugnata [art. 5, comma 1].
Dispositivo: estinzione del processo

Deposito del 28/11/2016

O. 256/2016 del 28/11/2016 depositata il 28/11/2016
Camera di Consiglio del 28/11/2016, Presidente: GROSSI, Redattore: CORAGGIO


Oggetto: Referendum - Referendum costituzionale - Ordinanze dell'Ufficio centrale per il referendum presso la Corte di cassazione - Formulazione del quesito referendario - Ricorso per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato proposto dal CODACONS (Coordinamento delle associazioni e dei comitati di tutela dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) e da Giuseppe Ursini nella qualità di appartenente al corpo elettorale nei confronti della Presidenza della Repubblica, della Presidenza del Consiglio dei ministri, del Ministero dell'interno e del Ministero della Giustizia nonché nei confronti dei delegati dei parlamentari richiedenti il referendum - Istanza cautelare di sospensione del d.P.R. 27 settembre 2016. In subordine: richiesta alla Corte costituzionale di sollevare dinanzi a sé questione di legittimità costituzionale dell'art. 16 della legge n. 352 del 1970 per omessa indicazione del soggetto competente a formulare il quesito referendario. In ulteriore subordine: richiesta alla Corte costituzionale di sollevare dinanzi a sé questione di legittimità costituzionale delle disposizioni degli articoli 12 e 16 della legge n. 352 del 1970 nella parte in cui non prevedono contro le ordinanze dell'Ufficio centrale per il referendum il ricorso in Cassazione per violazione di legge
Dispositivo: inammissibile


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Scorrendo questa pagina, selezionando il link Accetto o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.   Accetto